Esperienza Capodanno tra Val Graveglia e Val di Vara

Esperienza Capodanno tra Val Graveglia e Val di Vara

Capodanno in Val Graveglia e in Val di Vara

L’Esperienza del Capodanno tra Val Graveglia (Tigullio – Genova) e Val di Vara (Cinque Terre – Spezia) è una chicca studiata da Tigullio Trekking per chi ama e desidera trascorrere la festività più importante dell’anno al caldo tepore nostrano di un’accogliente struttura agrituristica, tra buon cibo locale, vini del contadino da 10 e lode ed infine scoprire borghi e luoghi che hanno una lunga storia ed antiche tradizioni da raccontare.

L’Esperienza Degustazione e Cenone di Capodanno 2023:

  • 1 degustazione per 2 persone di 4 Vini Biologici della Val di Vara/Cinque Terre (Azienda Vitivinicola – Cornice)
  • 1 Cenone di fine anno per 2 persone in Val Graveglia (Agriturismo Villa Rosa – Arzeno)

L’Offerta può essere esperita nel giorno 31/12

Totale € 150,00 per due persone

Scaricate, visualizzate e condividete con gli Amici via WhatsApp o E-mail, la brochure dell’Eperienza di Capodanno 2023: Cliccando QUI!

Dettaglio dell’Esperienza di Capodanno 2023

Giorno 31 / 12

Degustazione di Quattro Vini Biologici

Nel Contesto unico della Val di Vara, a due passi dalle conosciute in tutto il mondo, Cinque Terre, la nostra affezionata Azienda Vitivinicola Vi aspetta, ad orario aperitivo, per deliziarvi con la degustazione di 4 Vini Biologici locali da essa prodotti. Sarà possibile acquistare i suoi vini direttamente in Cantina.

azienda vitivinicola cornice sesta godano val di vara

 

CENONE DI CAPODANNO

Un Nuovo Anno ha inizio. Perchè non cominciarlo trascorrendolo in una location unica all’insegna del Buon cibo e delle antiche usanze che animano la valle? Immaginate un bel focolare, pace e relax, qualche bicchiere di buon vino e tanta allegria sotto il segno dell’ospitalità.

  • Il Cenone sarà realizzato con prodotti locali a km0. La cucina totalmente casalinga vi farà gustare i piatti tipici della tradizione ligure di levante
  • Antipasti, primi, secondi, contorni, dolce, caffè, acqua e bevande
  • Panettone e Brindisi di Mezzanotte
  • Sottofondo musicale anni 80 – 90
  • La struttura agrituristica in cui si svolgerà il Veglione ospita fino a circa 60 persone. Preghiamo gli interessati di confermare la partecipazione visto la capienza limitata

L’ Esperienza è prenotabile on-line compilando il form sottostante. Vi risponderemo in meno di 24h. Grazie per la collaborazione!

Richiedete Maggiori Informazioni!

    Nome: *

    Cognome: *

    E-mail: *

    Telefono: *

    Provincia: *

    Tipo di Esperienza: *

    Data di Partenza: *

    Numero di Persone: *

    Note (Campo Richiesto): *

    Accetto la Privacy Policy

    Esperienza del Minatore tra Val Graveglia e Val di Vara

    Esperienza del Minatore tra Val Graveglia e Val di Vara

    L’Esperienza del Minatore

    Premessa:

    L’Esperienza del Minatore tra le Valli Graveglia (Tigullio GE) e Vara (Cinque Terre SP) è una chicca studiata da Tigullio Trekking per chi ama e desidera stare all’aria aperta, in movimento, a contatto con la natura e scoprire luoghi che hanno qualcosa da raccontare. Infine concedersi un bel regalo con i gusti originari e con i prodotti tipici del territorio.

    L’Esperienza è pensata sia per chi desidera fare trekking che per chi preferisce utilizzare la propria MTB o la propria E-BIKE. Difatti sono innumerevoli gli itinerari che proponiamo e qui a seguire ne trovate alcuni: tigulliotrekking.it/mtb-e-bike-in-liguria/

    In Val Graveglia percorreremo i bellissimi 8 Km ad anello dell’Antico Cammino del Minatore che ci condurranno nella magica atmosfera dello storico sito minerario di Gambatesa. Avremo inoltre la possibilità di fare visita al caratteristico Museo Mineralogico di Corte di Reppia, il quale si trova proprio all’inizio del Cammino.

    In Val di Vara (una delle prime Valli del Biologico Italiano) presso una delle nostre affezionate Aziende Vitivinicole, potrete apprezzare una degustazione di ben 5 Vini locali esclusivamente Biologici. Vini ottenuti da uve di Vermentino, Sirah, Merlot, Ciliegiolo e Sauvignon. Sarà possibile acquistare i vini del produttore direttamente in cantina.

    Cosa faremo e cosa vedremo in Val Graveglia

    Cammino del Minatore

    Ci troviamo in alta Val Graveglia a Corte di Reppia circa 550 m. s.l.m. (soli 20 min. di auto da Lavagna e 30 da Chiavari) Da questo affascinante borgo che ospita il museo mineralogico e svetta la storica Chiesa di Sant’Apollinare inizierà il nostro Cammino seguendo il tracciato dell’Antico Sentiero del Minatore.

    Corte di Reppia dispone di un ampio parcheggio che offre la possibilità di effettuare comodamente manovra anche ai mezzi più grandi. Inoltre un punto acqua ci attende per riempire le borracce. Il cammino comincia proprio attraversando l’antico insediamento abitato.

    L’itinerario taglia in linea retta tutta la provinciale. Attraversa poi un’affascinante zona boschiva compreso un antico mulino al lato del rio Reppia per giungere in una manciata di minuti a Botasi. Attraversato l’antico borgo si prosegue in piano su di un caratteristico lastricato non prima di aver incontrato l’installazione artistica a memoria di tutti i minatori. Da qui, raggiungere il Parco Botanico che l’ex Miniera di Gambatesa è un attimo. Lasciato il sito, si continua seguendo le indicazioni A12 Anello del Monte Comarella. Dopo aver preso il bivio A12 per Case Vassarone, si arriva prima al borgo di Visagna, poi si costeggia il successivo, Rocchette, ed infine si supera l’abitato di Conaschi. Rientrati nel bosco, tra castagni, ruscelli e tanta natura si fa nuovamente ritorno in quel di Corte di Reppia dopo aver percorso un meraviglioso anello di circa 8 Km.

    esperienza del minatore cosa vedremo lungo il cammino

    Museo Mineralogico di Reppia

    Il museo mineralogico ubicato proprio adiacente all’inizio del Cammino del Minatore espone reperti e campioni di minerali e rocce della zona estrattiva del levante ligure e dell’Appennino settentrionale. Le collezioni sono suddivise per elemento chimico e per tipologia di miniera. Particolarmente importanti i minerali dei siti delle provincie di Parma, Modena, Piacenza, Genova, La Spezia.

    museo mineralogico di reppia val graveglia

    Cosa faremo e cosa vedremo in Val di Vara

    Degustazione di 5 Vini Biologici

    Nel Contesto unico della Val di Vara, a due passi dalle conosciute in tutto il mondo, Cinque Terre, la nostra affezionata Azienda Vitivinicola Vi delizierà con la degustazione di ben Cinque Vini locali da essa prodotti. Inoltre la valle, Vi lascerà completamente senza fiato in quanto ad indubbia bellezza. Sarà possibile acquistare i vini dell’Azienda Vitivinicola direttamente in cantina.

    azienda vitivinicola cornice sesta godano val di vara

    L’Esperienza ‘Easy’ del Minatore comprende:

    • 1 Ingresso per due persone al Museo Mineralogico.
    • 1 Pranzo o una Cena per due Persone in Azienda Agrituristica con antipasto, primo, secondo, acqua, dolce e caffè a base di prodotti tipici locali e vini del territorio.

    Totale € 70,00 per due persone

    L’Esperienza ‘BASE’ del Minatore comprende:

    • 1 Ingresso per due persone al Museo Mineralogico
    • 1 Pernotto per due persone in agriturismo in camera doppia o matrimoniale.
    • 1 Cena per due persone con antipasto, primo, secondo, acqua, dolce e caffè a base di prodotti tipici locali e vini del territorio.
    • 1 Degustazione per due persone di ben 5 Vini biologici della Val di Vara in un’Azienda Vitivinicola a due passi dalle Cinque Terre.

    Totale € 235,00 per due persone

    L’Esperienza ‘GOLD’ del Minatore comprende:

    • 1 Ingresso per due persone al Museo Mineralogico
    • 2 Pernotti per due persone in agriturismo in camera doppia o matrimoniale.
    • 2 Cene per due persone in Azienda Agrituristica con antipasto, primo, secondo, acqua, dolce e caffè a base di prodotti tipici locali e vini del territorio.
    • 1 Degustazione per due persone di ben 5 Vini biologici della Val di Vara in un’Azienda Vitivinicola a due passi dalle Cinque Terre.

    Totale € 385,00 per due persone

    I prezzi indicati sono puramente indicativi: le Esperienze non sono acquistabili on-line. Essi fanno riferimento al massimo comfort messo a disposizione dei camminatori da parte delle varie strutture ricettive, quindi può variare a seconda della stagionalità, dei servizi in camera e della tipologia di pernotto.

    Unisciti alle Amiche ed agli Amici di Tigullio Trekking – Richiedi Maggiori Informazioni

      Nome: *

      Cognome: *

      E-mail: *

      Telefono: *

      Provincia: *

      Tipo di Esperienza: *

      Data di Partenza: *

      Numero di Persone: *

      Note (Campo Richiesto): *

      Accetto la Privacy Policy

      Antico Cammino del Minatore in Val Graveglia

      Antico Cammino del Minatore in Val Graveglia

      Antico Cammino del Minatore e anello della Comarella in Val Graveglia

      Località: Corte di Reppia – Botasi – Miniere di Gambatesa – Monte Comarella – Visagna – Rocchette – Conaschi – Reppia

      Come arrivare al punto di partenza dell’Antico Cammino del Minatore e Anello del Monte Comarella

      Da Spezia: A12 Uscita Lavagna: seguire in direzione di San Salvatore di Cogorno >> Ne >> Conscenti, qui al bivio a destra restando sulla strada principale SP26. Proseguire in direzione Passo del Biscia, superiamo Caminata >> Frisolino >> Pian di Fieno ed infine Botasi. Giunti a Botasi continuare sulla SP26 per 1,5 Km fino a quando non si trova l’insegna sulla sinistra per Corte di Reppia.

      Da Genova: A12 Uscita Lavagna: seguire in direzione San Salvatore di Cogorno >> Ne >> Conscenti, qui al bivio a destra restando sulla strada principale SP26. Proseguire in direzione Passo del Biscia, superiamo Caminata >> Frisolino >> Pian di Fieno ed infine Botasi. Giunti a Botasi continuare sulla SP26 per 1,5 Km fino a quando non si trova l’insegna sulla sinistra per Corte di Reppia.

      cammino del minatore anello della comarella val graveglia

      Scarica le traccia dell’Antico Cammino del Minatore Val Graveglia in formato .gpx e .kml

      (I formati .gpx o .kml possono essere aperti tramite le seguenti app per smartphone: GPX Viewer, Open GPX Tracker, GMaps ecc.)

      legenda dei dislivelli antico cammino del minatore

      Descrizione Sintetica

      Ci troviamo in alta Val Graveglia a Corte di Reppia circa 550 m. s.l.m. Da questo affascinante borgo che ospita il museo mineralogico e svetta la storica Chiesa di Sant’Apollinare inizierà il nostro Cammino seguendo il tracciato dell’Antico Sentiero del Minatore. Corte di Reppia dispone di un ampio parcheggio che offre la possibilità di effettuare comodamente manovra anche ai mezzi più grandi. Inoltre un punto acqua ci attende per riempire le borracce. Il cammino comincia proprio attraversando l’antico insediamento abitato.

      L’itinerario taglia in linea retta tutta la provinciale. Attraversa poi un’affascinante zona boschiva compreso un antico mulino al lato del rio Reppia per giungere in una manciata di minuti a Botasi. Attraversato l’antico borgo si prosegue in piano su di un caratteristico lastricato non prima di aver incontrato l’installazione artistica a memoria di tutti i minatori. Da qui, raggiungere il sito della ex Miniera di Gambatesa è un gioco da ragazzi. Si continua seguendo le indicazioni A12 Anello del Monte Comarella. Dopo aver preso il bivio A12 per Case Vassarone, si arriva prima al borgo di Visagna, poi si costeggia il successivo, Rocchette, ed infine si supera anche l’abitato di Conaschi. Rientrati nel bosco, tra castagni, ruscelli e tanta natura si fa nuovamente ritorno in quel di Corte di Reppia dopo aver percorso un meraviglioso anello di circa 8 Km.

      Questo tracciato è consigliato sia per gli amanti del trekking, del trail, che della MTB.

      Livello di Difficoltà: Per tutti.

      cammino del minatore val graveglia partenza corte di reppia

      La Partenza

      Era da tempo che volevamo tracciare per offrire agli amici ed alle amiche di Tigullio Trekking la possibilità di godere di quest’escursione sulle orme dell’Antico Cammino del Minatore in Val Graveglia. Oggi finalmente siamo qui per avventurarci in quest’itinerario ad anello di circa 8 Km. adatto sia per gli amanti del trekking, del trail running, che per le due ruote NON motorizzate (MTB ed E-Bike). Questa, lo ricordiamo, è un’escursione che ha una peculiare rilevanza storica e naturalistica e quindi particolarmente consigliata sia alle famiglie che a piccoli gruppi di scolaresche.

      Partiamo lasciandoci alle spalle la Chiesa e il bel piazzale antistante. Ci infiliamo a destra sotto un arco a volta di pietra imboccando una stradina in discesa che attraversa l’antico nucleo abitato, lasciandoci così al nostro fianco la via parallela che porta al museo mineralogico. Giunti in fondo alla scalinata possiamo godere della prima edicola mariana. Si attraversa quindi la strada dirigendoci nuovamente verso valle.

      cammino del minatore val graveglia edicola mariana e sentiero

      Strada facendo tra Corte di Reppia e Botasi

      Prendiamo ora la creuza sulla destra sempre a scendere. Ad un certo punto ci si para davanti una villetta bianca. Non dobbiamo fare altro che aggirarla sulla sinistra e poi procedere diritto. Eccoci nuovamente sulla strada provinciale, la SP26 che attraversiamo per imboccare ancora il sentiero che costeggia dapprima un’altra abitazione e poi ci conduce ad un bivio più netto che sembra farci sparire nelle tenebre del bosco.

      Qui costeggiamo per un breve tratto un fossato solitamente in secca. Poche decine di metri per trovarci nei pressi dell’antico mulino di Reppia a latere del rio. Lo superiamo arrivando ad una scalinata in pietra molto caratteristica, poi ad una feritoia in legno sempre aperta e sulla nostra sinistra una cascinetta che funge quasi da ringhiera. Svoltando a destra ci troviamo ad attraversare un bellissimo ponte in pietra. Qui è d’obbligo uno scatto o un momento di sosta per riflettere su quanto è stato edificato nel tempo, dal genio umano, per cercare di addomesticare la natura ed il paesaggio naturale alle proprie necessità.

      cammino del minatore val graveglia per botasi

      Un breve tratto in salita per poi abbandonare la frescura del bosco e ritrovarci nuovamente a bordo strada. Ma prima, nei pressi di un’abitazione, un’altra incantevole edicola votiva. Una costante di buon auspicio che in questo cammino ci farà da compagnia.

      cammino del minatore val graveglia edicole votive botasi

      Strada facendo tra Botasi ed il sito minerario di Gambatesa

      Ci dirigiamo a vista nuovamente verso la SP26 che ci si para di fronte. Attraversandola imbocchiamo in salita la stradina che conduce verso il centro dell’antica frazione di Botasi. Innanzi a noi la piccola chiesa consacrata a San Giovanni Battista patrono del borgo (festeggiato il 24 di giugno). Al suo fianco destro un antico lavatoio che merita anch’esso di una visita.

      cammino del minatore cappella san giovanni battista e antico lavatoio botasi

      Proseguiamo sulla via che ci conduce in piano fuori dal centro dell’abitato. Ecco trovarci al cospetto di una piccola gallerietta con una caratteristica struttura a volta in pietra. All’uscita, sulla nostra destra in basso, sgorga un rigagnolo d’acqua fresca dove poter rabboccare le borracce.

      punto acqua e antico porticato botasi

      Pochi metri in salita per raggiungere un bivio ed un’altra edicola votiva. Qui svoltiamo a destra per raggiungere la frescura del bosco ed infine la carrozzabile, che attraversiamo nuovamente. Sulla nostra sinistra troviamo una delle tante bacheche che ci ragguagliano ‘dove siamo ora’ e ci segnalano i tanti anelli da poter effettuare in valle, all’insegna di una domenica all’aria aperta ed in cammino.

      cappella a botasi ed uscita dal borgo

      Proseguiamo sull’unico sentiero che ora ci porta in alto verso un’antica abitazione da poco ristrutturata e qui il paesaggio si fa del tutto differente. Anzitutto sbuchiamo su un’altra costa della vallata. Trovandoci parecchio in alto, più di quanto avrei potuto immaginare. Da qui abbiamo la possibilità di godere di un panorama da togliere il fiato: Arzeno, i monti Biscia e Porcile e poi tutt’attorno soltanto il verde della vegetazione accompagnato dal fischio del vento.

      Continuiamo la nostra marcia incontrando prima una bella installazione artistica dedicata alla memoria di tutti i minatori, in seguito un anfratto franoso ricolmo di massi giganteschi, che ricordano un po’ le sassaie delle Alpi e delle Dolomiti. Infine addentrandoci nel bosco un’etichetta stilizzata a mo’ di pergamena, con su indicata la specie botanica, ci ricorda che stiamo entrando nel parco botanico della Miniera di Gambatesa.

      case mazzacra e installazione artistica a ricordo dei minatori

      storica mulattiera e salto del becco con vista sulla valle

      Il nostro Cammino del Minatore sta entrando nel vivo perché il parco botanico ci conduce fino a spalancarci le porte sul sito minerario della tanto attesa Miniera di Gambatesa. Ora non ci resta che ammirare tutta la bellezza che ci si staglia davanti agli occhi.

      parco botanico nei pressi di gambatesa

      sito minerario ex miniera di gambatesa val graveglia

      Strada Facendo per il Monte Comarella, Visagna, Rocchette, Conaschi e Reppia

      È ora di ripartire per seguire le orme dell’Antico Cammino del Minatore. Saliamo verso il plesso dove si trovano le svariate costruzioni ed edifici. Qui subito ci balza agli occhi un’altra edicola votiva. Non possiamo fare a meno di andare a fare un altro scatto a quest’importante segno di devozione popolare. Poi ci lasciamo alle spalle il sito in quanto la strada da fare è ancora tanta. Saliamo sulla sinistra e poi con un tornante a destra procediamo su un sedime che ha tutte le dimensioni di un’antica via carrozzabile, anche se totalmente sterrata.

      edicola votiva miniera di gambatesa

      sentiero a12 miniera di gambatesa monte comarella

      La via continua a salire con una pendenza costante per circa 1,5 Km. Solo poco prima di imboccare il sentiero per case Vassarone sempre sulla A12 il declivio si fa meno importante. L’anello del Monte Comarella ha due vie. Quella di ponente che sale perpendicolare alla cima ma il sentiero oltre ad essere meno mantenuto è anche molto più impegnativo rispetto all’altro. La via di levante infatti viene indicata anche come ippovia, e quindi si rivela molto più larga, più in piano, più pulita e con degli scorci panoramici davvero unici.

      veduta sentiero di levante verso case vassarone

      vedute sentiero di levante verso case vassarone

      Adesso stiamo per lasciare il bosco, ed aggirando un cascinale ci troviamo sulla carrozzabile asfaltata che ci conduce verso Visagna dove troviamo anche un peculiare punto acqua accanto ad un’altra edicola votiva.

      fine del sentiero A12 sopra visagna

      punto acqua e edicola votiva a visagna

      Da qui, finalmente si riposano un po’ le nostre gambe, e i nostri piedi. Seguiamo un pezzo di asfaltata in discesa, superiamo il tornante che porta l’indicazione a sinistra per Rocchette (qui si trova il BioTigullio5Terre.it e TigullioTrekking.it Point), superiamo anche il piccolo insediamento rurale di Conaschi fino a raggiungere il ceppo con indicazione sulla sinistra A11 per Reppia. Quest’ultima tranche di cammino, risulterà essere un meraviglioso passaggio ci circa 45 min. tutto nei boschi. Questi ultimi scorci che vi regaliamo sono il nostro biglietto da visita migliore per venirci a trovare sulla via dell’Antico Cammino del Minatore.

      sentiero a11 verso reppia

      sentiero a11 verso reppia sassaia e ponte

      sentiero a11 verso reppia antico ponte e laghetto

      Tigullio Trekking Point – Degustazioni, Relax, Divertimento ed Ospitalità

      • Volete vistare il Museo Mineralogico o andare a mangiare in un Agriturismo nei dintorni? Desiderate una Guida che Vi narri le vicende della Valle? Avete bisogno di una navetta, oppure di un Kit Merenda per la passeggiata? Chiamateci al +393470716432 o Scriveteci sul Form dei Contatti qui sotto!
      • Oasi nel Verde presso Tigullio Trekking Point: mangiate il Vostro panino da noi, e poi assaggiate una Birra Artigianale o un Vino Biologico a Km0
      • Possibilità di Degustare ed Acquistare moltissimi Prodotti del Territorio
      • Parcheggio al sicuro
      • Ospitalità
      • Connessione Wi-Fi gratuita
      • Se questo non Vi basta, andate a scoprire le nostre esperienze su una notte o su due notti.

      Contattaci e Vieni a trovarci nella Splendida Val Graveglia

        Accetto la Privacy Policy

        Anello per MTB dei Borghi Incantati della Val Graveglia

        Anello per MTB dei Borghi Incantati della Val Graveglia

        Grande anello per MTB dei Borghi Incantati della Val Graveglia

        Località: Rocchette – Zatta – Case Soprane – Botasi – Gosita – Zerli – Frisolino – Caminata – Conscenti – Chiesa Nuova – Prato di Pontori

        Come arrivare al punto di partenza Itinerario Anello dei Borgi incantato della Val Graveglia

        Da Spezia: A12 Uscita Lavagna: seguire in direzione di San Salvatore di Cogorno >> Ne >> Conscenti, qui al bivio a destra restando sulla strada principale SP26. Proseguire in direzione Passo del Biscia, superiamo Caminata >> Frisolino >> Pian di Fieno ed infine Botasi. Giunti a Botasi svoltare sulla sinistra imboccando via Picchetti/Monte Zatta si prosegue per circa 2,5 Km in salita, fino al nostro Point in Località Rocchette a circa 700 m. s.l.m.

        Da Genova: A12 Uscita Lavagna: seguire in direzione San Salvatore di Cogorno >> Ne >> Conscenti, qui al bivio a destra restando sulla strada principale SP26. Proseguire in direzione Passo del Biscia, superiamo Caminata >> Frisolino >> Pian di Fieno ed infine Botasi. Giunti a Botasi svoltare sulla sinistra imboccando via Picchetti/Monte Zatta si prosegue per circa 2,5 Km in salita, fino al nostro Point in Località Rocchette a circa 700 m. s.l.m.

        Scarica la traccia dell’itinerario ad anello dei Borghi della Val Graveglia in formato .gpx e .kml

        (I formati .gpx o .kml possono essere aperti tramite le seguenti app per smartphone: GPX Viewer, Open GPX Tracker, GMaps ecc.)

        profilo altometrico dei borghi della val graveglia 37km

        Descrizione Sintetica

        Ci troviamo in alta Val Graveglia e più precisamente in Località Rocchette di Botasi nel Comune di Ne, a circa 700 m. s.l.m. Da qui oggi vedrà il via la nostro Itinerario ad Anello dei Borghi della Val Graveglia della lunghezza di 37,5 Km parte dei quali su strade non asfaltate e comunque su strade secondarie. L’itinerario ad anello come tutti quelli proposti da Tigullio Trekking ripercorre il tracciato del Piccolo Anello dello Zatta ma allungandolo di oltre 20 Km. Questo tracciato risulta essere molto affascinante e non particolarmente impegnativo. Esso si snoda sulle vie della Val Graveglia attarversando prima le pendici dello Zatta e poi innumerevoli borghi della Valle. Roccette, Case Soprane, Botasi, Zerli, Conscenti, Chiesa Nuova, Prato di Pontori, Visagna, solo per citarne alcuni. Come da legenda che riporta tutti i dislivelli arriveremo a toccare gli 830 m. s.l.m sulla sterrata sotto lo Zatta per poi discendere nella parte più bassa al livello del mare in quel di Conscenti.

        Livello di Difficoltà: Per tutti.

        tigullio trekking biotigullio5terre point rocchette val graveglia anello zatta

        La Partenza

        Lasciamo alle nostre spalle il piccolo borgo di Rocchette seguendo la strada in ghiaia e pietre che ci ha condotto fino a qui, all’andata. Alla fine dello sterrato, voltiamo a destra in salita sulla piccola carrozzabile asfaltata. Dopo circa 400 m. ci troviamo ad attraversare il piccolo abitato storico di Visagna. Sulla nostra sinistra scorgiamo un bel panorama che da su tutta la valle, da cui sono visibili una porzione delle numerose cave di pietra per cui questo territorio è conosciuto. Si sale ancora in maniera costante, dopo 600 m., ci troviamo ad affrontare una curva a gomito con una pendenza importante che ci porta sulla cima di un pianoro.

        Qui svoltiamo nuovamente a destra imboccando in salita la strada sterrata con una sbarra che è lasciata sempre aperta (non vige nessun divieto di transito se non ai motorizzati non residenti). Ecco che entriamo finalmente nell’ambiente che ci è più connaturale: lo sterrato.

        inizio sterrato anello monte zatta

        Strada Facendo tra Monte Camilla e Monte Zatta

        Da ora in avanti comincia il divertimento vero e proprio. Si procede su un sedime inizialmente bello ed aggraziato che si trasforma presto in accidentato: pietre, terra battuta, ghiaia grigia, nera e bianca e piccole-medie feritoie che le piogge durante la stagione invernale hanno segnato sul terreno. A tutta prima si prosegue in piano, ma a seguire scopriamo una discesa importante che va affrontata con una certa cautela. Il terreno sconnesso non ci viene in soccorso. Giunti in fondo, si comincia a risalire pian pianino, prima con un falso piano per poi attaccare un’ascesa vera e propria. Gli sforzi saranno presto ripagati da questi panorami e da queste vedute. Purtroppo, come tanti itinerari in Liguria, non troveremo molta acqua, soprattutto d’estate. Quindi è sempre bene fare il pieno.

        vedute anello zatta pendici monte camilla

        ll tracciato continua ad impegnarci non poco. Un continuo sali e scendi, unito ad un’altra discesa impegnativa, anche se su lunghezze non significative mette a dura prova sia le nostre gambe che le nostre braccia, ma soprattutto non ci deve mai abbandonare la nostra soglia di attenzione che deve essere sempre super vigile. Finalmente arriviamo ai piedi dello Zatta e da sotto cominciamo a vedere sia Reppia che in lontananza Arzeno. In questa fase dell’attraversata, anche d’estate, dovrebbe affiorare dal terreno lungo una chinetta sulla sinistra, una sorgente fresca che ci permetterà di riempire la borraccia e di rinfrescare testa e viso.

        vedute anello zatta

        Mancano altri 2 Km dei 7 in totale su strada sterrata che devono essere percorsi prima di arrivare alla tanto attesa terra battuta e ghiaia bianca, alle spalle del Passo del Biscia. Una volta giunti qui consigliamo di concederci una bella ma soprattutto meritata sosta e di godere di questi magnifici paesaggi disseminati di prati verdeggianti e rigogliosi (questa foto è stata scattata ad agosto, immaginateli a settembre o ottobre). Non potrà mancare qualche scatto ricordo con l’immancabile selfie della spedizione.

        radure e prati anello dello zatta spalle passo biscia

        Strada Facendo tra Case Soprane, Prato di Arzeno, Botasi e Zerli

        Ci affranchiamo dalla frescura e riprendiamo il nostro Anello della Val Graveglia. La strada tutta in piano ed a tratti in discesa, da terra battuta lascia il posto ad un asfalto assai approssimativo. Incontriamo le prime case che ci indicano l’avvicinarci alla provinciale non prima di aver superato un paio di sbarre, sempre aperte. Giungiamo in località di Case Soprane per raggiungere nel giro di 1 Km la località di Prato di Arzeno che scandisce anche l’ingresso sulla SP26. Ora ci attende una bella discesa che percorriamo a tutta velocità prima fino a Botasi 450 m. s.l.m. Da qui scendiamo ancora per 4,5 Km fino ad incontrare, prima del ponte, il bivio sulla destra che indica per Zerli.

        tratti finali sterrato anello zatta

        Ora comincia una bella strada di campagna, che tra curve e tornanti torna a salire. Sulla via ci saluta anche la Chiesa di San Rocco a Gosita, poi si continua a salire ancora fino a Zerli per un totale di circa 3,5 Km. Ora si torna a ridiscendere fino a Frisolino per altri 3,5 Km. Seguendo questa deviazione ci evitiamo tanta strada provinciale, che in settimana è anche satura di traffico pesante. Inoltre andiamo a scoprire una cornice della valle unica nel suo genere, con tanti campi e piane coltivati ad uva, a cipolle (le rosse di Zerli) ed a patate.

        anello dei borghi della val graveglia gosita e zerli

         

        Strada facendo tra Frisolino, Caminata, Conscenti Chiesa Nuova e Prato di Pontori

        Eccoci nuovamente sbucare sulla SP 26. La prendiamo sulla destra seguendo in piano le indicazioni per Conscenti che raggiungiamo in un batter d’occhio in quanto dista solamente 3,5 Km tutti divisi tra pianura e discesa. Giunti al capolinea si svolta nuovamente sulla destra. Ormai siamo al livello del mare, quindi questi ultimi 12,5 Km saranno piuttosto impegnativi in quanti ci ricondurranno a circa 700 m. s.l.m. Si segue prima la strada comunale Via di San Biagio fino a Chiesa Nuova di San Biagio e poi a Case Dogana. Infine arriviamo sulla Via Pontori ed attraversare la località di Prato di Pontori.

        anello dei borghi della val graveglia chiesa nuova pontori

        Strada Facendo tra Terisso, pendici del Monte Zatta e ritorno a Rocchette

        Ancora tre bivi e pochi Km ci dividono dalla posizione attuale al far ritorno nel borgo di Rocchette che ci ha visto partire di buon ora. La direzione da seguire è sempre quella per il Botasi/Monte Zatta. Prese le tre deviazioni, imbocchiamo il bel sterrato che ci accompagna per circa 2,5 Km. in piano fino al borgo di Visagna e poi infine a quello di Rocchette.

        Quest’anello ha riscosso tanti feed positivi e speriamo che anche a Voi sia piaciuto così come a tanto altri amici del progetto Tigullio Trekking.

        anello dei borghi della val graveglia terisso botasi monte zatta

         

        Tigullio Trekking Point – Degustazioni, Relax, Divertimento ed Ospitalità

        • Oasi nel Verde
        • Possibilità di degustare moltissimi prodotti del Territorio
        • Parcheggio al sicuro
        • Ospitalità
        • Connessione wi-fi gratuita

        Contattaci e Vieni a trovarci nella Splendida Val Graveglia

          Accetto la Privacy Policy

          Esperienza Discovery MTB Val Graveglia Val di Vara e Valle Sturla

          Esperienza Discovery MTB Val Graveglia Val di Vara e Valle Sturla

          Esperienza Vacanza Discovery Val Graveglia 2gg / 1nt con la bici

          Premessa:

          Discovery MTB Val Graveglia è un’Esperienza di Vacanza in soluzione mezza pensione o in soluzione b&b di 2gg/1nt pensata da Tigullio Trekking per gli amanti della MTB e delle attività outdoor che amano il Mare ma che desiderano la frescura dei Monti e soprattutto la buona cucina locale. Un accomodamento originale adatto all’odierno turismo smart , ma al contempo amante del ritmo slow delle nuove e più sostenibili tendenze di viaggio. Il post pandemia ci ha regalato una nuova visione di natura, di territorio e di vacanza. Quindi, l’Esperienza Discovery Val Graveglia in MTB è quello che fa al caso Vostro.

          La Filosofia dell’Esperienza Discovery è anche quella di far esperire al biker un momento di conoscenza enogastronomica territoriale, e per mezzo di questa maturare una visione più ampia di Territorio. Inoltre grazie allo Store di BioTigullio5Terre tutti i prodotti assaporati lungo il cammino potranno poi essere acquistati 365 giorni l’anno in modo che quest’amicizia possa protrarsi e resistere nel tempo

          Discovery Val Graveglia in Bicicletta

          La nostra proposta:

          Val Graveglia ed i Borghi Incantati

          La Val Graveglia si trova in Provincia di Genova ed è attraversata dal torrente omonimo le cui fresche acque nascono a 950 m. s.l.m. dalle pendici del Monte Zatta – 1.404 m. s.l.m. Questa sempreverde porzione di territorio che arriva fino agli 890 m. s.l.m. del Passo del Biscia, è la base da cui si articola questa proposta di vacanza nell’entroterra del Tigullio e delle vicine Cinque Terre. Nello specifico in Loc. Arzeno nel Comune di Ne ai piedi della dorsale appenninica (di cui sopra) che fa da spartiacque tra le Valli: Vara, Taro e Sturla. Inoltre a soli 30 minuti si trova anche Varese Ligure, capitale del Biologico Italiano.

          Qui soggiorneremo per una notte a circa 600 m. di altezza s.l.m., ma a soli 25/30 minuti di distanza dal mare del Tigullio ed a 1 ora da quello delle Cinque Terre.

          discovery tigullio e cinque terre val graveglia cassagna e laghetti

          Ecco gli anelli proposti:

          Piccolo anello del Monte Zatta 14,5 Km.

          Ci troviamo in alta Val Graveglia e più precisamente in Località Rocchette di Botasi nel Comune di Ne a circa 700 m. s.l.m. Da qui oggi vedrà il via la nostra avventura in MTB su un itinerario della lunghezza di 14,5 Km gran parte dei quali su strade non asfaltate. Ci troveremo ad attraversare le pendici del Monte Camilla 1.001 m., Monte Cian 1.108 m., I due versanti dello Zatta 1.355/1.404 m., Monte Prato Pinello 1.390 m. Monte Coppello 1.062 m. ed infine il Monte Chiappozzo 1.126 m.

          Livello di Difficoltà: Per tutti.

          Itinerario ad Anello in Val Graveglia Monte Zatta

          Grande anello del Monte Zatta 52,5 Km.

          Ci troviamo in alta Val Graveglia e più precisamente in Località Rocchette di Botasi nel Comune di Ne, a circa 700 m. s.l.m. Da qui oggi vedrà il via la nostra avventura in MTB su un itinerario della lunghezza di 52,5 Km parte dei quali su strade non asfaltate e comunque strade secondarie. L’itinerario è molto affascinante e si snoda attraverso ben tre valli: quella del Graveglia, quella del Vara, toccando infine anche quella dello Sturla nel Comune di Mezzanego. Come da legenda che riporta tutti i dislivelli arriveremo a toccare i 1.060 m s.l.m dopo il Passo del Bocco per poi discendere nella parte più bassa ai 394 m. s.l.m. nel Comune di Varese Ligure, risalendo gradualmente agli 890 m. s.l.m. del Passo del Biscia, dove imboccheremo qui la SP 26 che ci condurrà dolcemente verso la fine del nostro anello odierno.

          Livello di Difficoltà: Per tutti

          grande anello monte zatta val graveglia valle sturla val di vara

          La sistemazione proposta:

          Esperienza Discovery Val Graveglia 2gg/1nt

          2 giorni e 1 notte in struttura agrituristica in soluzione b&b o in mezza pensione in camera doppia o matrimoniale.

          Dopo aver effettuato il check-in presso il vostro agriturismo ed aver alleggerito l’auto dai bagagli, sempre in auto raggiungerete a soli 10 minuti di distanza, il nostro Point in località Rocchette. Qui potrete lasciare la vostra auto in parcheggio privato e sicuro per iniziare da qui il vostro itinerario in bici.

          L’Esperienza in mezza pensione comprende:

          • Un pernotto per due persone in agriturismo in camera doppia o matrimoniale
          • Una colazione per due persone in agriturismo
          • Una cena per due persone in agriturismo con antipasto, primo, secondo, dolce, caffè, acqua e vino
          • Una degustazione per due persone con prodotti tipici del territorio
          •  

          Totale € 180,00 per due persone

          L’Esperienza in b&b comprende:

          • Un pernotto per due persone in agriturismo in camera doppia o matrimoniale
          • Una colazione per due persone in agriturismo
          • Possibilità di utilizzare forno a legna e/o BBQ per grigliare a volontà, con consumazione di bevande proposte dal nostro ampio elenco di voci del territorio (vini, birre, e bibite)
          •  

          Totale € 90,00 per due persone (bevande escluse))

          I prezzi indicati sono puramente indicativi: le Esperienze non sono acquistabili on-line. Essi fanno riferimento al massimo comfort messo a disposizione dei camminatori da parte delle varie strutture ricettive, quindi può variare a seconda della stagionalità, dei servizi in camera e della tipologia di pernotto.

          Unisciti alle Amiche ed agli Amici di Tigullio Trekking e richiedi maggiori Informazioni

            Nome: *

            Cognome: *

            E-mail: *

            Telefono: *

            Provincia: *

            Tipo di Esperienza: *

            Data di Partenza: *

            Numero di Persone: *

            Note (Campo Richiesto): *

            Accetto la Privacy Policy

            Grande anello per MTB del Monte Zatta tra Val Graveglia Valle Sturla e Val di Vara

            Grande anello per MTB del Monte Zatta tra Val Graveglia Valle Sturla e Val di Vara

            Grande anello per MTB del Monte Zatta tra Val Graveglia Valle Sturla e Val di Vara

            Località: Rocchette – Montemoggio – Passo del Bocco – Scurtabò – Valletti – Passo del Biscia – Arzeno – Case Soprane – Botasi

            Come arrivare al punto di partenza del Grande Anello dello Zatta tra le Valli: Graveglia, Sturla e Vara

            Da Spezia: A12 Uscita Lavagna: seguire in direzione di San Salvatore di Cogorno >> Ne >> Conscenti, qui al bivio a destra restando sulla strada principale SP26. Proseguire in direzione Passo del Biscia, superiamo Caminata >> Frisolino >> Pian di Fieno ed infine Botasi. Giunti a Botasi svoltare sulla sinistra imboccando via Picchetti/Monte Zatta si prosegue per circa 2,5 Km in salita, fino al nostro Point in Località Rocchette a circa 700 m. s.l.m.

            Da Genova: A12 Uscita Lavagna: seguire in direzione San Salvatore di Cogorno >> Ne >> Conscenti, qui al bivio a destra restando sulla strada principale SP26. Proseguire in direzione Passo del Biscia, superiamo Caminata >> Frisolino >> Pian di Fieno ed infine Botasi. Giunti a Botasi svoltare sulla sinistra imboccando via Picchetti/Monte Zatta si prosegue per circa 2,5 Km in salita, fino al nostro Point in Località Rocchette a circa 700 m. s.l.m.

            Scarica la traccia del Grande anello dello Zatta tra le Valli Graveglia, Sturla e Vara in formato .gpx e .kml

            (I formati .gpx o .kml possono essere aperti tramite le seguenti app per smartphone: GPX Viewer, Open GPX Tracker, GMaps ecc.)

            dislivelli grande anello mtb monte zatta val graveglia valle sturla val di vara

            Descrizione Sintetica

            Ci troviamo in alta Val Graveglia e più precisamente in Località Rocchette di Botasi nel Comune di Ne, a circa 700 m. s.l.m. Da qui oggi vedrà il via la nostra avventura MTB su un itinerario della lunghezza di 53 Km parte dei quali su strade non asfaltate e comunque strade secondarie. L’itinerario è molto affascinante e si snoda attraverso ben tre valli: quella del Graveglia, quella del Vara, toccando infine anche quella dello Sturla nel Comune di Mezzanego. Come da legenda che riporta tutti i dislivelli arriveremo a toccare i 1.060 m s.l.m dopo il Passo del Bocco per poi discendere nella parte più bassa ai 394 m. s.l.m. nel Comune di Varese Ligure, risalendo gradualmente agli 890 m. s.l.m. del Passo del Biscia, dove imboccheremo qui la SP 26 che ci condurrà dolcemente verso la fine del nostro anello odierno.

            Livello di Difficoltà: Per tutti.

            tigullio trekking biotigullio5terre point rocchette val graveglia anello zatta

            La Partenza

            Lasciamo alle nostre spalle il piccolo borgo di Rocchette seguendo la strada in ghiaia e pietre che ci ha condotto fino a qui, all’andata. Alla fine dello sterrato, voltiamo a destra in salita sulla piccola carrozzabile asfaltata. Dopo circa 400 m. ci troviamo ad attraversare il piccolo abitato storico di Visagna, sulla nostra sinistra scorgiamo un bel panorama che da su tutta la valle, da cui sono visibili una porzione delle numerose cave di pietra per cui questo territorio è conosciuto. Si sale ancora in maniera costante, dopo 600 m., ci troviamo ad affrontare una curva a gomito con una pendenza importante che ci porta sulla cima di un pianoro. Da qui comincia un tratto in terra battuta e ghiaia di circa 2,5 Km che ci conduce fino al bivio per Terisso/Semovigo.

            grande anello dello zatta bivio terisso semovigo

            Strada Facendo per Semovigo e San Siro Foce

            Imbocchiamo la strada sulla destra per Semovigo che inizialmente si presenta in pianura ma dopo un paio di chilometri andiamo ad affrontare un importante strappo in salita fino a raggiungere la bella località di Semovigo. Raggiunto il cartello successivo seguiamo le indicazioni per San Siro Foce e Passo del Bocco. Da adesso fino a raggiungere San Siro Foce (circa 3/4 Km) 480 m. s.l.m., la strada, anche se stretta, è tutta in discesa ed inoltre si presenta con un asfalto appena rifatto.

            semovigo san siro foce passo del bocco

            Strada Facendo per Montemoggio e Passo del Bocco

            Giunti a San Siro Foce, svoltiamo sulla destra in salita immettendoci sulla provinciale SP 26 Bis. Anche questa strada si è appena rifatta il trucco, difatti presenta un sedime ineccepibile. Da adesso in avanti si sale, si sale e si sale ancora per circa 9 Km. fino a raggiungere il Passo del Bocco. Prima superiamo la località di Montemoggio, a seguire cadenzati cinque magnifici tornanti ad U, il primo subito dopo Montemoggio, il secondo circa 2 Km dopo e gli altri 3 a distanza di 1 Km l’uno dall’altro. Eccoci giunti allo strappo finale che pian pianino si trasforma in falso piano fino a raggiungere la cima del Passo (circa 2,5 Km.) Al Passo del Bocco 956 m. s.l.m. è d’obbligo una sosta per godere di un po’ di ristoro, aria fresca e perché no una bibita o uno spuntino presso una delle due strutture presenti a bordo strada. Da questa arteria spesso transita il Giro d’Italia, per questo motivo che l’asfalto è sempre in ottime condizioni.

            montemoggio passo del bocco 956m slm

            Strada Facendo per Cassego, Scurtabò e Valletti

            Lasciamoci alle spalle il Passo del Bocco svoltando a destra in direzione di Varese Ligure. Di qui in poi dimentichiamoci l’asfalto di prima. Entrando nella frescura della faggeta che segna la fine della Provincia di Genova e l’ingresso in quella di La Spezia, ci aspettano quasi 20 Km., prima di leggera salita, poi in falso piano ed infine in discesa fino al bivio per Valletti. Arrivati in Loc. Valletti ci da il benvenuto una bellissimo ‘treuggio’ l’antico lavatoio con della freschissima acqua sorgiva. Fatta una breve sosta per toglierci di dosso un po’ di polvere e riempire la borraccia si riparte trovando sulla destra le indicazioni per il Passo del Biscia.

            comuneglia valletti passo del biscia

            Strada Facendo Valletti – Passo del Biscia

            Finalmente la strada che piace a noi: quasi 10 Km tutta in sterrato e di quello buono. A tratti in salita, poi piano, falso piano, e di nuovo salita fino al Passo del Biscia a 895 m. s.l.m. Lo sterrato si collega direttamente in cima al Biscia sulla strada provinciale SP 26. Giunti qui è d’obbligo un’altra breve sosta per ripensare al bell’itinerario che stiamo lentamente consumando ed ammirare la bellezza del paesaggio circostante.

            valletti passo del biscia

            Strada Facendo verso Prato di Arzeno, Reppia, Botasi e Rocchette

            Lasciamoci il Biscia alle spalle per andare a concludere la tappa odierna portandoci a casa tanti bei Km macinati attraverso tre magnifiche valli dell’entroterra del Tigullio: la Val Graveglia, la Valle Sturla e la Val di Vara. Non ci resta che spingere le nostre bici a tutta velocità attraversando le verdeggianti praterie della conca del Biscia, per giungere ad Arzeno, poi nuovamente in discesa fino al bivio di Reppia che ovviamente saltiamo in direzione Botasi ed in ultimo imboccare sulla destra quello per Picchetti / Monte Zatta. Eccoci giunti nuovamente al punto di partenza, con qualche segno in più, ed un po’ di fatica sulle gambe ma con tanta felicità e spensieratezza dentro ognuno di noi.

            passo del biscia arzeno

            Tigullio Trekking Point – Degustazioni, Relax, Divertimento ed Ospitalità

            • Oasi nel Verde
            • Possibilità di degustare moltissimi prodotti del Territorio
            • Parcheggio al sicuro
            • Ospitalità
            • Connessione wi-fi gratuita

            Contattaci e Vieni a trovarci nella Splendida Val Graveglia

              Accetto la Privacy Policy

              Piccolo Cammino ad anello nel Tigullio tra Monti Mare e Borghi

              Piccolo Cammino ad anello nel Tigullio tra Monti Mare e Borghi

              Piccolo Cammino ad anello nel Tigullio tra Monti, Mare e Borghi

              Descrizione Sintetica del Piccolo Cammino

              L’Esperienza de ‘Il Piccolo Cammino nel Tigullio tra Monti, Mare e Borghi è un breve itinerario ad anello di circa 30 Km con partenza ed arrivo a Chiavari. Il tracciato è suddiviso in 2 comode Tappe che possono essere percorse in 2 giorni e 1 notte. Ci troviamo nel bel mezzo del Golfo del Tigullio a Chiavari in Provincia di Genova, una cittadina con un centro storico molto ben conservato che vi affascinerà per i suoi portici ed i suoi ‘caruggi’ molto simili a quelli della più rinomata, città di Pisa.

              Cosa Prevede l’Esperienza

              Si tratta di un fine settimana in cammino per staccare un po’ la spina e vivere porzioni di territorio ligure che magari già conoscete, ma che tramite questocamminoavrete modo di approcciare in maniera del tutto differente. Le partenze sono tutte in autonomia fino al ponte del 31/10 – 01/11 2022

              Tappa 1: Il Cammino partendo da Chiavari tocca ed attraversa i magnifici paesaggi e panorami di Ns. Signora delle Grazie, il Monte Telegrafo, il Monte Anchetta, il Monte Castello, per arrivare dopo circa 5/6h al massimo tra macchia mediterranea, roveri e castagni, al magnifico Santuario Mariano di Montallegro a 612 m. s.l.m. dove ha a finire tappa odierna.

              Tappa 2: Il Cammino riparte da Montallegro per poi discendere o a piedi o in funivia (esperienza molto suggestiva che offre un panorama impagabile) seguendo l’antico sentiero Chichizola. Nel giro di 40 minuti giungerete a Rapallo in fronte al secolare Castello delle Carceri, simbolo della cittadina, da cui proseguire per arrivare prima nel piccolo scrigno che è il borgo marinaro di Zoagli, poi la frazione di San Pietro di Rovereto ed infine a quella di Sant’Andrea di Rovereto per far nuovamente ritorno in quel di Chiavari.

              –> NEWS !!! È acquistabile a soli € 7,90 la Carta Escursionistica Ufficiale del Cammino nel Tigullio in scala 1:22.000 dal nostro E-store di BioTigullio5Terre vedi: https://store.biotigullio5terre.it/prodotto/carta-escursionistica-cammino-nel-tigullio-tra-monti-mare-e-borghi/ <–

              L’esperienza ‘BASE’ de ‘Il Piccolo Camminocomprende:

              • Gadget di Benvenuto: La Spilla del Cammino nel Tigullio
              • Cartina del Cammino nel Tigullio
              • Sistemazione in camera doppia con cena specialità del territorio: antipasto, primo, secondo, vino, acqua, dolce e caffè, pernotto e prima colazione

              Totale € 90,00 a testa

              L’esperienza ‘GOLD’ de ‘Il Piccolo Camminocomprende:

              • Gadget di Benvenuto: La Spilla del Cammino nel Tigullio
              • Cartina del Cammino nel Tigullio
              • Sistemazione in camera doppia a Chiavari/Zoagli il giorno dell’arrivo o quello alla fine del Cammino
              • Sistemazione in camera doppia, con cena a fine prima tappa a base di specialità del territorio: antipasto, primo, secondo, vino, acqua, dolce e caffè, pernotto e prima colazione

              Totale € 138,00 a testa

              I prezzi indicati sono puramente indicativi: le Esperienze non sono acquistabili on-line. Essi fanno riferimento al massimo comfort messo a disposizione dei camminatori da parte delle varie strutture ricettive, quindi può variare a seconda della stagionalità, dei servizi in camera e della tipologia di pernotto.

              Unisciti alle Amiche ed agli Amici di Tigullio Trekking – Richiedi Maggiori Informazioni

                Nome: *

                Cognome: *

                E-mail: *

                Telefono: *

                Provincia: *

                Tipo di Esperienza: *

                Data di Partenza: *

                Numero di Persone: *

                Note (Campo Richiesto): *

                Accetto la Privacy Policy

                Itinerario ad anello per MTB in Val Graveglia Monte Zatta

                Itinerario ad anello per MTB in Val Graveglia Monte Zatta

                Itinerario ad Anello per MTB in Val Graveglia: Rocchette – Monte Zatta – Case Soprane – Arzeno – Reppia – Botasi

                Come arrivare al punto di partenza dell’Itinerario Anello dello Zatta in Val Graveglia:

                Da Spezia: A12 Uscita Lavagna: seguire in direzione di San Salvatore di Cogorno >> Ne >> Conscenti, qui al bivio a destra restando sulla strada principale SP26. Proseguire in direzione Passo del Biscia, superiamo Caminata >> Frisolino >> Pian di Fieno ed infine Botasi. Giunti a Botasi svoltare sulla sinistra imboccando via Picchetti/Monte Zatta si prosegue per circa 2,5 Km in salita, fino al nostro Point in Località Rocchette a circa 700 m. s.l.m.

                Da Genova: A12 Uscita Lavagna: seguire in direzione San Salvatore di Cogorno >> Ne >> Conscenti, qui al bivio a destra restando sulla strada principale SP26. Proseguire in direzione Passo del Biscia, superiamo Caminata >> Frisolino >> Pian di Fieno ed infine Botasi. Giunti a Botasi svoltare sulla sinistra imboccando via Picchetti/Monte Zatta si prosegue per circa 2,5 Km in salita, fino al nostro Point in Località Rocchette a circa 700 m. s.l.m.

                Scarica la traccia dell’Itinerario ad anello in Val Graveglia del Monte Zatta in formato .gpx e .kml

                (I formati .gpx o .kml possono essere aperti tramite le seguenti app per smartphone: GPX Viewer, Open GPX Tracker, GMaps)

                dislivelli anello zatta val graveglia

                Descrizione Sintetica

                Ci troviamo in alta Val Graveglia e più precisamente in Località Rocchette di Botasi nel Comune di Ne a circa 700 m. s.l.m. Da qui oggi vedrà il via la nostra avventura MTB su un itinerario della lunghezza di 14,5 Km gran parte dei quali su strade non asfaltate. Ci troveremo ad attraversare le pendici dei Monte Camilla 1.001 m., Monte Cian 1.108 m., I due versanti dello Zatta 1.355/1.404 m., Monte Prato Pinello 1.390 m. Monte Coppello 1.062 m. ed infine il Monte Chiappozzo 1.126 m.

                Livello di Difficoltà: Per tutti.

                tigullio trekking biotigullio5terre point rocchette val graveglia anello zatta

                La Partenza

                Si parte. Lasciamo alle nostre spalle il piccolo forte quasi disabitato di Rocchette seguendo la strada in ghiaia e pietre che ci ha condotto fino a qui, all’andata. Allo stop, voltiamo a destra in salita sulla piccola carrozzabile asfaltata. Dopo circa 400 m. ci troviamo ad attraversare il piccolo abitato storico di Visagna, sulla nostra sinistra scorgiamo un bel panorama che da su tutta la valle, da cui sono visibili una porzione delle numerose cave di pietra per cui questo territorio è conosciuto. Si sale ancora in maniera costante, dopo 600 m., ci troviamo ad affrontare una curva a gomito con una pendenza importante che ci porta sulla cima di un pianoro. Qui svoltiamo nuovamente a destra in salita imboccando la strada sterrata con una sbarra che è lasciata sempre aperta (non vige nessun divieto di transito se non ai motorizzati non residenti). Ecco che entriamo finalmente nell’ambiente che ci è più connaturale: lo sterrato.

                inizio sterrato anello monte zatta

                Strada Facendo tra Monte Camilla e Monte Zatta

                Da ora in avanti comincia il divertimento vero e proprio. Si procede su un sedime inizialmente bello ed aggraziato che si trasforma presto in accidentato: pietre, terra battuta, ghiaia grigia, nera e bianca e piccole-medie feritoie che le piogge durante la stagione invernale hanno segnato sul terreno. A tutta prima si prosegue in piano, ma a seguire scopriamo una discesa importante che va affrontata con una certa cautela. Il terreno sconnesso non ci viene in soccorso. Giunti in fondo, si comincia a risalire pian pianino, prima con un falso piano per poi attaccare un’ascesa vera e propria. Gli sforzi saranno presto ripagati da questi panorami e da queste vedute. Purtroppo, come tanti itinerari in Liguria, non troveremo molta acqua, soprattutto d’estate. Quindi è sempre bene fare il pieno.

                vedute anello zatta pendici monte camilla

                ll tracciato continua ad impegnarci non poco. Un continuo sali e scendi, unito ad un’altra discesa impegnativa, anche se su lunghezze non significative mette a dura prova sia le nostre gambe che le nostre braccia, ma soprattutto non ci deve mai abbandonare la nostra soglia di attenzione che deve essere sempre super vigile. Finalmente arriviamo ai piedi dello Zatta e da sotto cominciamo a vedere sia Reppia che in lontananza Arzeno. In questa fase dell’attraversata, anche d’estate, dovrebbe affiorare dal terreno lungo una chinetta sulla sinistra, una sorgente fresca che ci permetterà di riempire la borraccia e di rinfrescare testa e viso.

                vedute anello zatta

                Ma non è ancora finita. Mancano altri 2 Km dei 7 in totale su strada sterrata che devono essere percorsi prima di arrivare alla tanto attesa terra battuta e ghiaia bianca, alle spalle del Passo del Biscia. Una volta giunti qui consigliamo di concederci una bella ma soprattutto meritata sosta e di godere di questi magnifici paesaggi disseminati di prati verdeggianti e rigogliosi (questa foto è stata scattata ad agosto, immaginateli a settembre o ottobre). Non potrà mancare qualche scatto ricordo con l’immancabile selfie della spedizione.

                radure e prati anello dello zatta spalle passo biscia

                Strada Facendo tra Case Soprane, Prato di Arzeno, Botasi e Rocchette

                Ci affranchiamo dalla frescura e riprendiamo il nostro Anello dello Zatta. La strada tutta in piano ed a tratti in discesa, da terra battuta lascia il posto ad un asfalto assai approssimativo. Incontriamo le prime case che ci indicano l’avvicinarci alla provinciale non prima di aver superato un paio di sbarre, sempre aperte. Giungiamo in località di Case Soprane per raggiungere nel giro di 1 Km la località di Prato di Arzeno che scandisce anche l’ingresso sulla SP26. Ora ci attende una bella discesa che percorriamo a tutta velocità fino a Botasi 450 m. s.l.m.. Da qui si svolta a destra in Via Picchetti/Monte Zatta per raggiungere nuovamente Rocchette dopo circa 2,5 Km.

                tratti finali sterrato anello zatta

                Tigullio Trekking Point – Degustazioni, Relax, Divertimento ed Ospitalità

                • Oasi nel Verde
                • Possibilità di degustare moltissimi prodotti del Territorio
                • Parcheggio al sicuro
                • Ospitalità
                • Connessione wi-fi gratuita

                Contattaci e Vieni a trovarci in Val Graveglia

                  Accetto la Privacy Policy

                  Esperienza in Vigna Vivi Vigna nel Tigullio e alle Cinque Terre

                  Esperienza in Vigna Vivi Vigna nel Tigullio e alle Cinque Terre

                  Esperienza ‘Vivi Vigna’ nel Tigullio e alle Cinque Terre

                  L’Esperienza in vignaVivi Vigna‘ è pensata per chi desidera approfondire la conoscenza enologica e vitivinicola delle Aziende Agricole del Tigullio, delle Cinque Terre e dei loro entroterra.

                  La Filosofia di quest’esperienza è quella di raccontare a tutti gli appassionati di vini, quello che si cela e che si nasconde dietro ad un buon vino. Per questo ci affidiamo a dei professionisti del settore che producono vini importanti BIO e non. Vini esclusivamente di nicchia, che riguardano una produzione sul mercato vinicolo di poche migliaia di bottiglie l’anno.

                  Dopo aver trascorso circa un’ora e mezza in vigna ed aver ascoltato tutto ciò che il vignaiolo ha da raccontare, ci dirigeremo nel luogo sacro dell’azienda: la cantina.

                  È lì che potremo degustare tutte le etichette dei vini che l’azienda ha in casa.

                  L’Esperienza comprende:

                  • Visita guidata in vigna – durata 1 h e 30 min. circa
                  • Degustazione e Storytelling di almeno 5 Vini bianchi, rossi e rosè da uve tipiche del territorio: Vermentino, Bianchetta, Scimiscià, Bosco ecc. – durata 1 h circa 

                  Totale € 35,00 a testa

                  Numero minimo partecipanti: 2 persone.

                  Possibilità di trasporto con navetta presso la struttura: max 4 Posti a sedere € 30,00

                  I prezzi indicati sono puramente indicativi: le Esperienze non sono acquistabili on-line. Essi fanno riferimento al massimo comfort messo a disposizione dei camminatori da parte delle varie strutture ricettive, quindi può variare a seconda della stagionalità, dei servizi in camera e della tipologia di pernotto.

                  Chiama ora per Prenotare la tua Esperienza ‘Vivi Vigna’

                  Cell./Wzp +393470716432

                   

                  Esperienza Estate Slow 5 giorni 4 notti

                  Esperienza Estate Slow 5 giorni 4 notti

                  Esperienza Estate Slow 5 giorni 4 notti

                  L’Esperienza ‘Estate Slow‘ è pensata per chi desidera percorrere il Cammino nel Tigullio tra Monti, Mare e Borghi in tutta la sua interezza (5 giorni / 4 notti) usufruendo del massimo comfort disponibile, soprattutto nel periodo estivo.

                  La Filosofia del Cammino è quella di far esperire al Camminatore un momento di conoscenza enogastronomica territoriale, e per mezzo di questa maturare una visione più ampia di Territorio. Inoltre grazie allo Store di BioTigullio5Terre tutti i prodotti assaporati lungo il cammino potranno poi essere acquistati 365 giorni l’anno in modo che quest’amicizia possa protrarsi e resistere nel tempo

                  Alla fine di ogni tappa, una struttura tra quelle convenzionate, sarà a Vostra disposizione per offrirVi un comodo alloggio. Troverete una sistemazione sempre in sintonia con la filosofia del Cammino ideato dallo staff di BioTigullio5Terre. Inoltre la mezza pensione garantita nelle quattro tappe, Vi permetterà di trascorrere serate all’insegna del gusto e della tradizione. Potrete assaporare piatti tipici del territorio accompagnati da un buon vino locale.

                  Non potranno mancare due parole e qualche battuta con i simpatici gestori delle strutture i quali sapranno indicarvi il modo migliore per affrontare la tappa successiva. In struttura è attivo il servizio di convalida delle Credenziali.

                  L’Esperienza comprende:

                  • Un Pernotto con servizi privati, degustazione presso il nuovo Point di BioTigullio5Terre / TigullioTrekking  o cena in Agriturismo e prima colazione presso Tappa 0 (nelle fresche colline della Val Graveglia, sulle alture di Chiavari con trasporto a/r in navetta gratuito – circa 25 min.)
                  • Un Pernotto con servizi privati, cena e prima colazione a fine Tappa 1 in località Montallegro 612 m. s.l.m.
                  • 1 Pernotto con servizi privati, cena e prima colazione a fine Tappa 2 in località San Pietro di Novella (Rapallo).
                  • 1 Pernotto con servizi privati, cena e prima colazione a fine Tappa 3 in località Parco del Monte di Portofino (Vicino a San Fruttuoso di Capodimonte).

                  Totale € 279,00 a testa

                  Il prezzo è puramente indicativo e l’Esperienza non è acquistabile on-line. Esso fa riferimento al massimo comfort messo a disposizione dei camminatori da parte delle varie strutture ricettive, quindi può variare a seconda della stagionalità, dei servizi in camera e della tipologia di pernotto.

                  Richiesta di Informazioni Esperienza Estate Slow

                    Nome: *

                    Cognome: *

                    E-mail: *

                    Telefono: *

                    Provincia: *

                    Tipo di Esperienza: *

                    Data di Partenza: *

                    Numero di Persone: *

                    Note (Campo Richiesto): *

                    Accetto la Privacy Policy

                    English EN German DE Italian IT